Codici Sorgenti, una mostra di street art a Catania

Simbolo dell'esposizione a Palazzo Platamone la maxi installazione dell'artista portoghese Vhils

waterfront.jpg



E' stata inaugurata a Catania presso Palazzo Platamone (Corso Vittorio Emanuele II) la mostra di street art "Codici Sorgenti" con un'installazione di 2000 metri quadrati dell'artista portoghese Vhils che segna il waterfront del porto.

L'enorme murale è stato regalato dalla Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo alla città: Catania infatti è stata scelta infatti come prima tappa di una grande mostra inedita sulla storia e l'origine della street art che girerà le principali città europee.

"Codici Sorgenti" è divisa in tre sezioni che raccontano la nascita, sviluppo interattivo e consacrazione del fenomeno, con lavori di 108, A One, Agostino Iacurci, Alexis Diaz, Alexone, Bo 130, Boris Tellegen (a.k.a. Delta), Brad Downey, C215, Clemens Behr, Conor Harrington, Crash, Delta 2, Dondi White, Doze Green, El Seed, Ericailcane, Eron, Escif, Evol, Faile, Feitakis, Gaia, Herbert Baglione, Horfee, Inetresni Kazki, Invader, Jaz, Jeff Aerosol, Jenkins, Jonone, JR, Judith Supine, Kool Poor, L’Atlas, Lek&Sowat, Lucy Mclauchlan, Matt Small, Maya Hayuk, Mensanger, Miss Van, Momo, Moneyless, Peeta, Rammellzee, Retna, Roa, Seth, Philippe Baudelocque, Sharp, Shepard Fairey, Sten-Lex, Swoon, The London Police, Todd James e Toxic Vhils.

Tra le opere in mostra anche quella che raffigura il Presidente Usa Barack Obama usata per la copertina di Time Magazine.

  • shares
  • Mail