Goya secondo Milos Forman

In sala in Italia da 13 aprile, l'ultimo film del regista di 'Qualcuno volò sul nido del cuculo e di 'Amadeus' è stato tradotto da noi con 'L'ultimo inquisitore', anche se il titolo originale è 'Goya's Gost'. Un film pensato in cinquant'anni di carriera, sin da quando Forman era uno studente.

L'ultimo antieroe della cinematografia del maestro ceco è il pittore Francisco José Goya (interpretato da Stellan Skarsgård), che Forman chiama in causa come testimone di uno dei più tormentati capitoli della storia spagnola di fine Settecento.

Il film racconta l'arte del pittore con la sua vocazione 'nera', macabra, volta a sondare il fondo dell'animo umano all'assopirsi della ragione: non fu un'aperta denuncia degli eccessi del terribile tribunale ecclesiastico, ma Goya ben ne descrisse le vittime, i poveri, gli emarginati, dipinti con tocchi di pennello vibranti di compassione.

Qui di seguito il trailer:

  • shares
  • Mail