Pompei, restaurate e riaperte al pubblico cinque domus

Saranno visitabili la Casa di Giulia Felice, la Casa di Ottavio Quartio, la Casa della Venere in Conchiglia, la Casa del Frutteto e la Casa di Marco Lucrezio

A Pompei sono state aperte cinque nuove domus in cui sono stati ripristinati gli antichi giardini: il progetto è stato realizzato in occasione della mostra "Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei" al Museo Archeologico Nazionale di Napoli fino al 30 settembre.

Fino al 15 giugno negli Scavi saranno visitabili la Casa di Giulia Felice, la Casa di Ottavio Quartio, la Casa della Venere in Conchiglia, la Casa del Frutteto e la Casa di Marco Lucrezio in via Stabia.

Invece sono più di 100 i reperti archeologici esposti nella Sala della Meridiana al Museo di Napoli e nella Piramide allestita nell'Anfiteatro di Pompei, tra affreschi, mosaici, oggetti preziosi come argenterie e gioielli, statue, terrecotte e vasi che raccontano la percezione della natura nel modo greco e romano tra l'VIII sec. a.C. e il II d.C..

  • shares
  • Mail