Roma, al via il progetto Patrimonio storico e creazione contemporanea

Da giugno a novembre arti visive, teatro, musica e performance nei luoghi simbolo della Capitale

Il 24 giugno al Palatino prenderà il via il progetto "Patrimonio storico e creazione contemporanea", che fino a novembre porterà arti visive, teatro, musica e performance nei luoghi simbolo della Capitale: apripista la mostra "Par tibi, Roma, nihil" (fino al 18 settembre), ideata da Monique Veaute, a cura di Raffaella Frascarelli. L'esposizione (che si articolerà dalle arcate e dal grande terrazzo della Domus Severiana, allo stadio Palatino di Domiziano, al peristilio inferiore della Domus Augustana, fino alla Meta Sudans, aree non tutte accessibili al pubblico che saranno riaperte per l'occasione) sarà affiancata da un programma di performance affidate a 5 artisti tra cui Sissi ed Emiliano Maggi.

Al tramonto Alessandro Baricco animerà gli spazi della mostra con 5 rappresentazioni del suo "Palamede, l'eroe cancellato", in una versione appositamente rimessa in scena per lo stadio di Domiziano (dal 4 al 9 luglio).

A novembre invece le Terme di Diocleziano ospiteranno "Inedia Prodigiosa" di Lucia Ronchetti coprodotta con l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e il nuovo progetto di Giorgio Barberio Corsetti, "Il Ratto di Europa" nell'Aula Ottagona, collegata virtualmente con Palazzo Altemps, Crypta Balbi e il Colosseo.

Gli altri appuntamenti vedranno protagonisti Sabine Meyer con "Ninfa in Lamento" a Villa Farnesina, e Alvin Curran con due diverse serate.

  • shares
  • +1
  • Mail