"Mediterraneo in chiaroscuro", la mostra a Palazzo Barberini a Roma

"Mediterraneo in chiaroscuro, Ribera, Stomer e Mattia Preti da Malta a Roma" è la mostra con cui Malta ha voluto inaugurare il semestre di presidenza europeo e che sarà aperta fino al 21 maggio a Palazzo Barberini a Roma.

Diciotto opere, per la prima volta in trasferta dal Museo di La Valletta "Muza", che riprendono l'intensa relazione storica e artistica intercorsa tra l'Italia e Malta a partire dal Seicento, quando prima Caravaggio e poi Mattia Preti si trasferirono sull'isola come cavalieri dell'ordine di San Giovanni. In quel periodo Malta si aprì progressivamente allo stile e alle novità del Barocco romano e i dipinti esposti ne sono la testimonianza.

Il lascito di Caravaggio e la sua lezione pittorica sono al centro dell'esposizione che mette a confronto i capolavori provenienti da Malta con quelli della collezione romana.

Tra le opere esposte "Adamo ed Eva" e il "Buon Samaritano" di Stomer. La "Vanitas" e il "Sansone e Dalila". "La Fuga da Troia" e la "Resurrezione di Lazzaro" di Mattia Preti. E simbolicamente a chiusura l'"Allegoria della Nobiltà dell'Ordine di Malta" dipinta da Francesco de Mura che rende omaggio all'isola e ai suoi cavalieri.

LONDON, United Kingdom: A detail of Caravaggio's 'The Calling of Saints Peter and Andrew' is seen at The Queen's Gallery of Buckingham Palace in London, 29 March 2007. 'The Art of Italy in the Royal Collection' exhibition will run from 30 March 2007 to 20 January 2008. AFP PHOTO/CHRIS YOUNG (Photo credit should read CHRIS YOUNG/AFP/Getty Images)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail