Zapatos Rojos, a Cagliari arrivano le scarpette rosse contro la violenza sulle donne

Scarpe rosse, di ogni forma, misura e genere, accomunate da un forte messaggio: protestare simbolicamente contro la violenza sulle donne. Perchè rosso è il colore del sangue, versato impunemente da molte, troppe donne in ogni parte del mondo.

Si chiama Zapatos Rojos Scarpette Rosse – il progetto artistico della messicana Elina Chauvet che dal 2009 è diventato il simbolo delle donne contro il femminicidio. Sono 33 paia di scarpe rosse, disposte nelle piazze pubbliche di varie città del mondo, 66 scarpe che simboleggiano una marcia silenziosa e assente, fatta dalle donne vittime della violenza.

Quest'anno il progetto Zapatos Rojos arriva, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, a Cagliari: sabato 25 novembre, a partire dalle ore 16, Piazza Garibaldi sarà invasa dal colore rosso fiammante di queste scarpe.

Il progetto nasce a Ciudad Juarez, città di frontiera del nord del Messico famosa perché a partire dal 1993 centinaia di donne sono state rapite, stuprate e assassinate nella più totale impunità. Da lì è approdato in Europa nel 2012, a Milano, per poi diffondersi nelle altre città del mondo, in Argentina, Spagna, Norvegia, Gran Bretagna, Cile, Brasile, Stati Uniti e Canada.

A Cagliari le curatrici del progetto sono Lorena Cordeddu, dell’associazione "Terra Battuta"  e Consuelo Dessì , di Mezcla Intercultura, con il patrocinio del Comune e la collaborazione di tutte le altre associazioni che aderiscono e della cittadinanza.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO