Banksy, un murale a Betlemme per auspicare la pace tra Israele e Palestina

banksy3.jpg

Banksy, lo street writer più famoso ed emblematico al mondo, è tornato all’opera. Dove? Nuovamente a Betlemme, in Palestina, dove ha realizzato un murale che vuole essere un messaggio di pace tra Israele e Palestina, in uno dei momenti più critici tra i due Stati – anche in seguito alle ultime affermazioni di Trump – e in occasione del Natale, periodo dell’anno in cui si professa pace, amore e fratellanza.

L’opera dell’artista di Bristol è composta da due parti: la prima si trova nei pressi della Milk Grotto Church ed esamina il significato del concetto di “pace” nel mondo moderno. La seconda mostra due angeli che tentano di passare attraverso l’emblematico muro che divide dal 2002 Israele dai territori abitati dai palestinese, costruito dagli israeliani in Cisgiordania.

Non è la prima volta, come abbiamo già detto, che Banksy si esprime con i suoi murales in questi territori: sono tante le opere – tra cui la bambina in volo con i palloncini – che sono stati dipinti lungo la barriera che separa Israele dalla Cisgiordania. Quest’ultima intitolata, The Alternativity, vuole essere un messaggio che Banksy lancia ai due popoli affinchè trovino una breccia nel muro per dialogare.

Non solo opere: a marzo di quest’anno Banksy ha realizzato in queste zone The Walled Off Hotel, un ostello progettato per contrastare la segregazione dei palestinesi, al cui interno si possono ammirare alcuni murales dell’artista.

immagine.jpg

Credits | Instagram

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO