Pop Art Sales: Andy Warhol in liquidazione

Scritto da: -

Pop Art Sales: Andy Warhol in liquidazione

No, non leggete doppio. Andy Warhol è in “liquidazione”, si fa per dire. La Fondazione Warhol ha annunciato di voler vendere tutte le 20.000 opere - il famoso pop artist era davvero prolifico- create dall’icona della pop art, a 25 anni dalla sua morte. Il nobile obiettivo di raggiungere i 100 milioni di dollari per poi sostenere arte e artisti emergenti, sembrerebbe la ragione di una vendita di questa portata.

Si apriranno presto le porte della Pop Art Sales by Andy Warhol da Christie’s, una delle svendite più massicce della storia recente dell’arte. Vendita che probabilmente porterà alla rapida svalutazione delle opere originali dell’artista causa sovraffollamento nel mercato, ed a una preoccupante, secondo il The Wall Street Journal, confusione tra i fake e gli autentici lavori di Warhol.

Ma siamo sicuri che saranno in tanti, anzi in tantissimi a contendersi un’opera d’arte del King of the Pop. L’arte di Andy Warhol infatti, è diventata negli anni un fenomeno che possiamo, senza il quasi, chiamare di massa. I suoi lavori più iconici sono diventati linee di abbigliamento famose in tutto il mondo, accessori fashion, oggetti di design e stampe copiatissime che decorano appartamenti di tutto il globo, e chi ne ha più ne metta.

Del resto uno dei maggiori intenti della pop art era di arrivare al grande pubblico ed entrare definitivamente nell’Olimpo della popolar culture. Chi meglio di Warhol ci è riuscito? Con l’unica pecca forse, che il messaggio provocatorio originale - l’arte che deve essere consumata come un qualsiasi altro prodotto commerciale- sbiadisce irrimediabilmente con il tempo, meno eclatante e sempre più banale.

Via | Wall Street Journal

Vota l'articolo:
3.84 su 5.00 basato su 37 voti.