Le sette meraviglie dell’Hangar

I sette palazzi di Anselm Kiefer rappresentano il più post-atomico dei benvenuti per l’avventore giunto fino alla zona della Bicocca per visitare il tempio dell’arte contemporanea milanese, l’Hangar.

Sette gigantesce torri di cemento e metallo, piantate nel bel mezzo dei 7000 metri quadri dell’Hangar Bicocca, a incarnare un senso di distruzione e vuoto che ti afferra per le budella e non ti molla più.

L’installazione di Kiefer è permanente. Interessante, visitarla in combinazione con le temporanee che si alternano nel grande spazio post-industriale. Presto mi andrò a vedere “Collateral. Quando l’Arte guarda il Cinema.” Poi vi racconterò.

  • shares
  • +1
  • Mail