Fellini e "I sogni sparsi nel cassetto" a Rimini

Fellini_sogni

Dei suoi disegni si era già parlato in occasione della Festa del cinema di Roma 2007, con la presentazione di "Fellini Oniricon. Il libro dei sogni".

Dal 20 marzo 2008 possiamo invece ammirare i "Sogni sparsi nel cassetto" di Federico Fellini. Questa volta al museo a lui intitolato con sede a Rimini proprio nella casa di famiglia del regista, un luogo prezioso che ha l'intento di rendere accessibile ai più, l'Archivio della Fondazione Fellini, presieduta da Pupi Avati.

Si tratta di nuovi e inediti materiali, che vanno oltre la sfera del cinema e suggeriscono la creatività impetuosa che portava il grande regista a disegnare praticamente dove capitava. Sono molto belli questi schizzi così spontanei e ricchi di emozione. Soprattutto perchè molti di essi sono annotazioni ed interpretazioni dei sogni, suoi e degli amici, che nei primi anni '60, un suo amico psicanalista gli aveva suggerito di fare. E che forgiarono l'impronta onirica della produzione felliniana da lì in poi.

  • shares
  • +1
  • Mail