Sol LeWitt. Due opere inedite alla Galleria d'Arte Moderna di Roma

Mentre cercavo la mostra di fotografia alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, ho trovato e scoperto per caso quella dedicata a Sol LeWitt.

Si tratta di "Monumental Drawings", due lavori inediti dell'artista minimalista scomparso quasi un anno fa. Per la precisione sono "Wall Drawing #375" del 1982, progetto eseguito da Sachi HaengJa Cho, e "Wall Drawing #1153 Ripples" del 2005, progetto eseguito da Wim Starkenburg e Takeshi Arita, entrambi con la collaborazione di un gruppo di studenti della Temple University in Rome.

Trovo l'ambiente della Galleria dispersivo e desolante, e se non fosse stato per l'allestimento di contorno, che include opere in scala monumentale di Alberto Burri, Gino de Dominicis, Maurizio Mochetti, Cy Twombly, Daniel Buren, Pino Pascali, Luciano Fabro, Michelangelo Pistoletto, Gilberto Zorio, Alighiero Boetti, non sarei entrata nella stanza. Invece in mancanza di informazioni, sono riuscita anche a filmare qualche immagine.

Entrambi i lavori rispecchiano la prassi dell'artista, che affidava ai disegnatori l'esecuzione e l'interpretazione della concezione progettuale. L'opera #375 è composta da tre figure geometriche disegnate a china acquarellata su uno sfondo grigio sfumato. Il lavoro #1153 appartiene all'ultima stagione è un'opera in grafite in bianco e nero. Si possono vedere fino al 18 maggio.

  • shares
  • +1
  • Mail