The monster engine. Scarabocchi (ri)fatti ad arte


Prendete i disegni di un bambino, le doti tecniche di un illustratore e avrete un risultato buffo e inquietante. E' quello che ha fatto Dave Devrie, che all'età di 33 anni e osservando i disegni abitati da mostri, frutto della fantasia della sua nipotina di 7, ha pensato di riproporli fondendo la creatività spontanea dell'infanzia con la propria esperienza di adulto.

The Monster Engine, così si chiama il progetto, è nato per essere un libro e una mostra, cui dovrebbero far seguito altre serie sempre legate ai disegni infantili ma dedicati di volta in volta a temi specifici.

I soggetti di questo primo lavoro (che in realtà risale a qualche anno fa) sono, appunto, mostri disegnati da bambini, proiettati da Devrie su una superficie in modo tale da poterne copiare i contorni e, infine, dipinti con acrilici, aerografo e matite colorate.

Dave Davrie e gli artisti in erba


Nelle mostre, i dipinti dell'artista sono accompagnati dai disegni originali (protetti da diritto d'autore), insieme ad una foto dei piccoli autori e alla registrazione di un'intervista precedentemente condotta da Devrie ad ognuno di loro.

via | sk*rt






  • shares
  • +1
  • Mail