Tra religione e magia, una mostra a Napoli racconta l'arte pittorica di Salvator Rosa

Scena di stregoneria - Salvator Rosa - collezione privata

Il Museo di Capodimonte di Napoli, con "Salvator Rosa. Tra mito e magia", dedica una mostra monografica a Salvator Rosa che si può visitare fino al 19 giugno.

Figura di spicco della scena seicentesca, Rosa non fu solo pittore ma anche poeta e scrittore attivo tra Napoli, Firenze e Roma in quell'ambiente culturale dove arte, filosofia, magia e scienza si intrecciavano. La sua pittura, tra naturalismo e barocco, è fatta di temi politici, religiosi, magici e di stregoneria. Una strana contraddizione di uomo devoto ma anche superstizioso e critico nei confronti del potere politico e religioso.

Agli aspetti più noti della sua arte, si accompagnano anche ritratti di uomini e donne dell'epoca del suo tempo e autoritratti.

Salvator Rosa. Tra mito e magia - Museo di Capodimonte - Napoli
Scena di stregoneria - Salvator Rosa - collezione privata

Glauco e Scilla - Salvator Rosa - Caen, Musée des Beaux-Arts
Frine e Xenocrate - Salvator Rosa - collezione privata
Autoritratto - Salvator Rosa - The National Gallery, Londra

La mostra raccoglie tutto il percorso artistico con 80 lavori, alcuni dei quali difficilmente visibili al pubblico che provengono da collezioni private e da musei internazionali. Completano la visita alcune incisioni.

  • shares
  • +1
  • Mail