Il ritmo del colore secondo Maya Hayuk


Maya Hayuk, artista eclettica di origine ucraina, vive tra New York e San Francisco, ma gira il mondo tra le numerose esposizioni che la riguardano e gli importanti commercials a cui lavora, come per Absolut e Sony . E' famosa per i variopinti murals, che realizza a seconda del volume delle superfici e dei cambiamenti di luce durante il giorno. Ma è anche molto apprezzata per la pittura su canvas, l'illustrazione, vedi i posters disegnati per Devendra Banhart, le covers, la fotografia, come lo splendido trittico che ritrae i Beastie Boys per Trip Magazine Brazil, e dulcis in fundo, i psichedelici paintings videos.

Sin dai tempi del college è molto attratta dalle discipline artistiche manuali, ma in realtà è un'autodidatta, che da sempre indaga spontaneamente il mondo dell'espressività, probabilmente aiutata dagli elementi dell'arte tradizonale ucraina che assorbe nel contesto familiare. Ho chiesto a Maya cosa la ispira e indubbiamente è la passione per la musica a suggerirle queste caleidoscopiche visioni che hanno un loro intrinseco ritmo, in cui le vibrazioni dei colori sapientemente accostati, riverberano in spazi sempre diversi, assumendo forme geometriche in continua evoluzione. Nella foto che potete vedere qui sopra, uno dei suoi classici wall painting realizzati on site per Patricia Low Gallery alla Rental Gallery di New York, nello scorso novembre.

  • shares
  • +1
  • Mail