Art Basel 2008 una panoramica degli eventi.

art basel 2008 gallerie

Erano mille le candidature delle gallerie che volevano aggiudicarsi un posto ad Art Basel 2008, ormai possiamo dirlo, la maggiore fiera di arte contemporanea al mondo. E alla fine ce l'anno fatta in 300 provenienti da tutto il globo. Sono riusciti ad aggiudicarsi un posto di rilievo in questa mastodontica piattaforma dalle vendite sicure e dal prestigio assicurato.

Giusto per cominciare, all'esclusivo vernissage di martedi 3 giugno erano presenti non pochi nomi altisonanti. A partire ovviamente dal già citato Roman Abramovic, tanti erano i VIPs attratti dalla nota qualità di questa manifestazione come Sofia Coppola, Brad Pitt e Owen Wilson e non ultimi i grandi collezionisti, tra cui gli attesissimi americani, e i presidenti e direttori delle più importanti istituzioni artistiche come il MOMA, la Tate Modern, il Centre Pompidou.

Quest'anno la kermesse è articolata, oltre che all'esposizione delle gallerie, in diverse aree tematiche. C'è la mia preferita, Art Unlimited, di cui parlerò nel prossimo post, c'è Art Film con produzioni video su artisti o realizzate da artisti, Public Art Projects, Art Basel conversations, forum che promuove l'incontro e lo scambio di idee tra le personalità del mondo dell'arte, Art on Stage dedicata agli artisti che necessitano di un palcoscenico e Art Statements con 31 personali di giovani emergenti.

Ma la costellazione che corona l'evento comprende molte iniziative che predispongono a soffermarsi negli enormi spazi espositivi e infatti non ho mai visto tante famiglie e passeggini ad un evento d'arte. L'Art Bookshop con libri e riviste rare come Permanent Food di Cattelan, una sezione sugli Art Magazines, uno spazio dedicato ai bambini gratuito e ricco di iniziative, vari incontri ravvicinati con artisti straordinari e fuoriclasse come per esempio Patty Smith e addirittura delle yoga sessions per partecipare realmente al divenire artistico in corso. Ulteriori info e immagini possono essere visionate per due mesi sul sito: Artnet.com

Certo, tutto questo partecipare, con gli occhi e con le gambe, a fine giornata doloranti, può anche un tantino affaticare. E allora niente di meglio di una bella sosta, finale e riassuntiva in uno dei numerosi e piacevoli cafés. Affondo i pensieri nell'ultima opera: una fetta di torta della foresta nera, sette piani di ciliegine, panna e torta al cioccolato. Un finale perfetto.

art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie
art basel 2008 gallerie

  • shares
  • Mail