Art Unlimited, l'epicentro di Art Basel 2008

art unlimited basel 2008

Il cuore di Art Basel 2008 è senza dubbio l'area destinata ad Art Unlimited, un idea nata nel 2000 e ogni anno sempre più succesful . Non solo perchè è l'epicentro del dialogo tra visitatori, artisti e professionisti dell'arte in quanto sede delle piattaforme Art Conversations e Art Lobby. Non solo perchè al suo interno si può ammirare la mostra speciale Art Magazine e il settore speciale Art Statements dedicato all'arte del futuro con le opere di 31 giovani artisti. Ma anche e soprattutto perchè gli oltre 60 progetti che ne fanno parte, selezionati tra 215 candidature, vedono affiancati senior come Anthony Caro, Tom Wesselmann e Michelangelo Pistoletto a promettenti giovani poco conosciuti in una girandola avvincente di installazioni oltre i limiti appunto.

Trascendenza è il termine più adatto per descrivere l'atmosfera che si respira in questo enorme padiglione di 12.000 metri quadri in cui troneggiano lavori monumentali che a fatica troverebbero collocazione in un museo, per non parlare di una galleria. Oltre ad "Hotel Democracy", la scultura edificio di Thomas Hirschhorn, mi è piaciuto molto il "Big Octopus" di Shintaro Miyake, inteso come metafora dell'artista che viene venduto al mercato del pesce, e anche "The Blue Period" di Jon Kessler, complesso scenario multimediale dotato di monitors e telecamere roteanti, sulla spettacolarizzazione dei comportamenti di una società sorvegliata e tendente all'isolamento dell'individuo.

E tra le opere di Richard Avedon, Takashi Murakami, Hamish Fulton, Joao Onofre, per dirne alcuni, lunghe file di educati astanti si snodano in prossimità dei lavori di Pipillotti Rist e Qiu Anxiong. Un
frizzante pot-pourri di ricerca e abilità che si è meritato il catalogo a parte, a sottolinearne l'importanza. Tirando le somme, nel momento in cui scrivo non so ancora come siano andate le cose a livello di utenza e di acquisti in questa 39a edizione, di certo ho apprezzato l'esperienza e mi terrò cari i nomi delle gallerie Deicht Projects di New York e Tomio Koyama Gallery di Tokyo. Il prossimo appuntamento è con Art Basel Miami Beach dal 4 al 7 dicembre 2008.

art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008
art unlimited basel 2008

  • shares
  • Mail