La linea Gotica al MIAAO di Torino, invito in extremis per questo week-end

La linea Gotica al MIAAO, Christophe Dessaigne, The Last Dance, 2012, digigrafia fine art su carta cotone, 40x60 cm
La linea gotica originale ce la dovremmo ricordare un po' tutti, anche se vagamente. Rimembranze di saperi scolastici annebbiati nei quali si perde l'idea di una linea difensiva creata dai tedeschi nel 1944 per rallentare l'avanzata dell'esercito alleato verso il nord Italia e collocata, come una ferita, proprio al centro del nostro paese, tra l'appennino tosco-emiliano e la riviera romagnola. Quella che invece potrebbe interessare ai nostri lettori che si trovano in questo week-end nei pressi di Torino, ha lo stesso nome, ma un significato ben diverso che sta ad indicare una mostra curata da Enzo Biffi Gentili al MIAAO (Museo Internazionale delle Arti Applicate Oggi). Un'esposizione che di gotico, anzi di "neo- neogotico" contemporaneo per essere esatti, ha il carattere degli artefatti selezionati.
La linea Gotica al MIAAO, Clorophilla Clorophillas, Victorian dream, 2011 stampa fine art su carta cotone da file digitale, 21x30 cm
La linea Gotica al MIAAO, Monica Carocci, Doll, 1995, stampa fotografica su carta politenata su alluminio, 200x120 cm
La linea Gotica al MIAAO, Titti Garelli, Regina gotica con Sphinx, 2012, acrilico e foglia d\'oro su carta, 40x 30 cm
La linea Gotica al MIAAO, Roberto Nottoli, Igraine, 1998-99, manichino integrato da elementi di recupero
Aperto gratuitamente al pubblico fino a domani sera e diviso in una sezione principale Photography e due aree collaterali: Fashion e Paraphernalia, l'evento si arricchisce grazie ad un gemellaggio lampo, organizzato proprio per quest'ultimo week-end e intitolato "Una marmellata francese con la Strega" che mette in mostra anche i prodotti del singolare Musée di Francis Miot, Meilleur Confiturier du Monde et de France (ubicato ad Uzos, nei Pirenei, dove, tra i suoi capolavori, può vantare anche una scultura in cioccolata di 3 metri altezza pesante 6200 kg). Il prolungamento si inscrive in linea con lo spirito di scambio con i "cugini transalpini", che caratterizzerà le attività culturali del Comune sabaudo nel 2013, ed è confermata dall'altro ospite d'onore, il fotografo "neogotico" francese Christophe Dessaigne.

Immagini da threesixty.it

Via | miaao.jimdo.com/la-linea-gotica

  • shares
  • Mail