RomaEuropaFakeFactory. Concorso internazionale di videoarte, musica, letteratura ed arte legale


Per chi ha seguito nei giorni scorsi l'evoluzione del caso Romaeuropa Web Factory, ma anche al resto dei lettori, siamo lieti di annunciare il lancio del Concorso RomaEuropaFAKEFactory. Il concorso, nato dall'iniziativa "Freedom for Remix", è una spiazzante opera di net.art che inverte le logiche di Romaeuropa Web Factory, consentendo ad artisti e partecipanti di fare tutto ciò che il concorso vieta loro.
In estrema sintesi, Fondazione Romaeuroma e Telecom SpA (partner principale del concorso) possono remixare. Gli Artisti no.
Così, se da un lato, remix, mashup e manipolazioni di contenuti si trasformano nella condizione di ammissibilità delle opere in gara, dall'altro la liberatoria di RomaeuropaFAKEFactory sui diritti di utilizzo delle opere è non esclusiva, non commerciale e le opere possono essere ritirate dalla competizione con una semplice e-mail di notifica.

RomaEuropaFAKEFactory è un'operazione artistica, culturale e critica, che intacca molti strati di realtà e che intendo qui sintetizzare con una frase estrapolata dal comunicato, in rete in queste ore: "Il superamento dell'originalità come spazio della produzione e della sua circoscrizione in termini di proprietà multinazionale - più che la tutela reale dei diritti dell'autore - vuole essere qui proposto come critica ad una attività di promozione culturale conservatrice, incapace di cogliere le possibilità offerte dalle intersezioni dei piani tecnologici, culturali, sociali ed economico-politiche, che le nuove tecnologie hanno abilitato".

E non fatevi ingannare dal titolo! RomaEuropaFAKEFactory è una competizione tutta reale a cui è possibile partecipare inviando le proprie opere remixate in quattro diverse categorie:
- videoarte (100Cuts);
- musica (100Salmples);
- letteratura (100Qotes);
- LawArt, una nuova disciplina rivolta a esperti e appassionati di diritto d'autore invitati a produrre remixandoli testi legali che regolino la proprietà intellettuale.

Le opere pervenute saranno oggetto di studio, revisione critica, promozione e comunicazione da parte del team e verranno raccolte in un catalogo dedicato. Il lavoro confluirà infine nella realizzazione di un happening pubblico, che intreccerà performence, esposizioni e riflessione teorica. L'unico premi lo attribuirete proprio voi come lettori di ArtsBlog: le opere saranno infatti pubblicate sul blog e potrete votarle scegliendo il vostro remix preferito. Data limite per la presentazione dei vostri elaborati: 15 marzo. Con una postilla. Il gruppo iniziale di promotori e organizzatori - ci sono anche io dall'inizio (!) - è aperto alla collaborazione di chiunque voglia dare il suo contributo, dalla gestione del sito alla realizzazione dell'evento espositivo, una modalità operativa che è parte integrante di un'opera d'arte contemporanea il cui elemento caratterizzante è proprio il suo aspetto processuale e comunicativo.

Non mi dilungo oltre perché, dopo aver affrontato gli aspetti legali della questione insieme a Marco Scialdone, nei prossimi giorni discuteremo questa opera-processo insieme a Salvatore Iaconesi (aka xDxD), che di RomaEuropaFAKEFactory è l'ideatore. Per il resto, vi terrò aggiornata sugli sviluppi, vi invito a visitare il sito e le diverse sezioni e, naturalmente, a partecipare nelle modalità che ritenete più opportune e che più si avvicinano alla vostra sensibilità (di autori e di lettori). A questo link trovate inoltre il pdf contenente in versione sintetica tutte le informazioni relative al concorso e ai termini di partecipazione.


---------------- COMUNICATO ------------------

RomaEuropaFAKEFactory
concorso internazionale di videoarte, musica, letteratura ed arte legale

http://www.romaeuropa.org
info@romaeuropa.org

GENERAZIONE>>
Il concorso RomaeuropaFAKEFactory nasce da Freedom to Remix, iniziativa promossa da [A]rtis[O]pen[S]ource (Salvatore Iaconesi/xDxD
e Oriana Persico/penelope.di.pixel] e Marco Scialdone, con il supporto di DegradArte, ComputerLaw 2.0, NeRVi e Valeria Bochicchio.

ELABORAZIONE>>
RomaeuropaFAKEFactory prende spunto dal concorso RomaEuropa Web Factory per avanzare una riflessione ed una pratica su temi quali i diritti digitali e la proprietà dell'informazione.

DISTORSIONE>>
RomaeuropaFakeFactory è una competizione internazionale che consente ai suoi partecipanti di fare tutto ciò che il regolamento del concorso
Romaeuropa Web Factory vieta loro, invertendone le logiche.

TAGLIA, COPIA, INCOLLA>>
Secondo le regole del concorso RomaEuropa Web Factory, prodotto da Fondazione Romaeuropa e Telecom Italia SpA, non è consentito agli
artisti di partecipare con opere frutto di remix, mash-up, manipolazione di contenuti pre-esistenti. Questi, inoltre, sono obbligati a cedere, tramite liberatoria, tutti i diritti sulle loro opere, a tempo indeterminato, in esclusiva e a titolo gratuito, oltretutto garantendo agli organizzatori ogni diritto di remixare, manipolare e commercializzare le opere.

Fondazione Romaeuroma e Telecom SpA possono remixare. Gli Artisti no.

CUT-UP>>
Il superamento dell'originalità come spazio della produzione e della sua circoscrizione in termini di proprietà multinazionale - più che la tutela reale dei diritti dell' autore - vuole essere qui proposto come critica ad una attività di promozione culturale conservatrice, incapace di cogliere le possibilità offerte dalle intersezioni dei piani tecnologici, culturali, sociali ed economico-politiche, che le nuove tecnologie hanno abilitato.

MORPHING>>
Il concorso si rivolge quindi a tutte le figure creative ed agli esperti di discipline legali con una particolare predilezione per il diritto d'autore, invitandoli a creare e ad inviarci le loro opere sul tema "Freedom to Remix ".

>>HOW-TO (100cuts)
- musica elettronica (100samples )
- letteratura
(100quotes)
- LawArt
, una disciplina creativa tutta nuova dedicata agli esperti e agli amatori del diritto, le cui opere saranno costituite dal remix e dalla produzione di testi legali per le regolamentazione della proprietà intellettuale

Le opere saranno oggetto di studio, di pubblica discussione, verranno raccolte in un catalogo comprensivo di testi critici e giuridici, e saranno sostenute dall'apparato di comunicazione del RomaeuropaFAKEFactory. Su ArtsBlog.it , inoltre,
il pubblico potrà votare la sua opera preferita nelle 4 sezioni, stabilendo l'autore del remix più bello (Premio del Pubblico).

RomaEuropaFAKEFactory confluirà inoltre in un happening durante il quale sarà organizzata l'esposizione pubblica di tutti i contenuti generati.

RomaeuropaFAKEFactory è un'iniziativa ideata da

[A]rtis[O]pen[S]ource

con la promozione e il supporto di

Torino Share Festival - DegradArte - Istituto per le Politiche dell'Innovazione - BeatPick, ComputerLaw 2.0 - LPM, Flyer Communication - PerformngMedia - FLxER - ShockArt.net - NeRVi - Digicult - Associazione Partito Pirata - Nephogram.net - Les Liens Invisible - A.H.A. - Francesco "Warbear" Macarone Palmieri - Superfluo - Deliriouniversale - My Jemma Temp - ArtsBlog.it - CodiceBinario - Biodoll - PEAM - Artificialia ...

General info

www.romaeuropa.org

L'attuale gruppo di promotori è aperto a nuove collaborazioni. E' possibile collaborare alla gestione del sito e della comunicazione, alla realizzazione dello studio e dei testi pubblicati nel catalogo e all'organizzazione dell'evento finale: appronteremo un sistema aperto che consentirà lo sviluppo e la gestione del progetto in modo collaborativo.

Per le collaborazioni e per qualsiasi informazione inerente il concorso potete scrivere a:

info@romaeuropa.org

e vi risponderemo il più presto!


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO