Kate Moss posa per Damien Hirst, per metà senza pelle


Cosa può produrre il genio macabro di Damien Hirst, unito alla bellezza controversa di una super model come magazine Tar. Per metà Kate è rappresentata in tutto il suo fulgore, per metà in tutta la sua muscolatura (con un buon numero di tendini, in aggiunta).

Se proprio non potete fare a meno di provare a possedere una copia di questo numero di Tar, provate a rivolgervi alla catena francese Colette.

Tar Magazine, con sede a New York, è l'espressione biannuale di un collettivo artistico che ama stupire il pubblico anche con il cinema d'arte, che l'ha inserita nel catalogo online per 18 euro (per ora!).

Via | Female First

  • shares
  • +1
  • Mail