A Como l'arte per non vedenti di Gehard Demetz

Don't cry in public - 2007 - Gehard Demetz

Ci sono due motivi per cui mi piace segnalare la mostra "Love at first touch: Gehard Demetz", dal 5 giugno presso l'ex chiesa di San Francesco di Como.

Il primo riguarda il progetto con cui è stata studiata la mostra e il suo percorso espositivo, indirizzato cioè anche ad un pubblico non vedente. Sentire l'arte attraverso i sensi, non solo guardarla attraverso la vista, ma ascoltarla, toccarla, odorarla. Questo l'obiettivo dell'esposizione, che non trova molta applicazione nell'ambito artistico-espositivo.

Il secondo motivo riguarda l'artista, Gehard Demetz, che realizza sculture di bambini e adolescenti esili, incerti, pensierosi o arrabbiati, fatte con piccoli tasselli in legno di tiglio. Trovo il materiale impiegato, molto in sintonia con il luogo di origine dell'artista, la Val Gardena.

In questa prima antologica sono esposte oltre 30 opere con 10 inediti di cui tre in bronzo, materiale che è entrato nella produzione dell'artista solo di recente. La tecnica impiegata da Demetz è quella di levigare la materia con lo scalpello sul davanti, fino a renderla liscia e morbida; di lasciarla incompiuta e frammentata sul retro (come mostra l'ultima immagine della galleria). Questa dualità artistica si rivelerà anche ai non vedenti grazie a speciali percorsi sensoriali e visite guidate organizzate dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

Love at first touch: Gehard Demetz - ex Chiesa di San Francesco di Como
Don't cry in public - 2007 - Gehard Demetz
I hear your spirit I wisper - 2007 - Gehard Demetz
Don't cry in public - 2007 - Gehard Demetz
Don't think twice it's all right - 2007 - Gehard Demetz

Durante l’esposizione si celebrerà il bicentenario della nascita di Louis Braille (l’inventore del metodo di scrittura e lettura a rilievo per non vedenti): i proventi ricavati dalla vendita del catalogo della mostra saranno devoluti per l’acquisto di 10.000 tavolette braille, da donare a ragazzi ciechi di Paesi in via di sviluppo.

La mostra chiude il 27 giugno. La sede è: ex Chiesa di San Francesco, viale Lorenzo Spallino 1, Como. Prenotazioni visite guidate per non vedenti: UICI Como tel. 031.570565. Per informazioni: erodoto.org

  • shares
  • +1
  • Mail