The Art of Games: ad Aosta mostra sull'arte dei videogiochi

NEC Imagine FX28 - 2008 - Thierry Doizon aka Barontieri - Progetto: Lavoro su commissione per l’ottantesimo compleanno di F. Frazetta - Tecnica: digital painting using Adobe Photoshop CS3, Ambient Design ArtRage 2.5

In una chiesa barocca sconsacrata, il Centro Saint-Bénin di Aosta, da qualche tempo dedito all'arte contemporanea, l'arte dei videogiochi diventa tema da mostra. E' un evento abbastanza unico, che sdogana il genere artistico della game art, mai veramente trattatato (e da molti non considerata vera arte) anche se vanta una nutrita nicchia di appassionati.

La mostra "The Art of Games. Nuove frontiere tra gioco e bellezza" inizia il 22 maggio e raccoglie molti tra i migliori artisti dell'arte videogames (da una selezione di 60 artisti sono 13 quelli prescelti per la prima esposizione qui in Valle d'Aosta) con circa 100 lavori. L'esposizione vuole mostrare i diversi passaggi richiesti per produrre un videogame. Dallo schizzo di un concept (realizzato in pochissimo tempo) fino allo sviluppo in 3D dei personaggi e degli scenari, ricostruiti secondo realtà storica. Un misto di arte creativa, fantasia e tecnica.

Sono previsti supporti e percorsi multimediali, sezioni di approfondimento e schizzi originali, demo di speedpainting. Saranno installate postazioni video complete di console e di demo di videogames che possono essere fruiti per vedere in azione il prodotto finale, lo stile e che cosa vuol dire il contributo di un singolo artista nell'insieme di un progetto che coinvolge così tanti fondi e persone.

Di seguito dettagli tecnici con i nomi e giochi presentati.

The Art of Games. Nuove frontiere tra gioco e bellezza - Centro Saint-Bénin di Aosta
Main Character - 2006 - Craig Mullins - Progetto: concept art per Halo 3, Bungie Studios - Tecnica: digital paint using Adobe Photoshop
Castello di Graines - Brusson/S. Venturini - Tecnica: Digigraphie su carta Velvet Fine Art & digital painting using Adobe Photoshop CS3
Tomb of Unknown Soldier - 2003 - John Wallin Liberto - Progetto: concept art per Gears of War, Microsoft - Tecnica: digital paint using Adobe Photoshop
Ebonhawk - 2008 - Daniel Dociu - Project: concept art per Guild Wars, ArenaNet - Tecnica: digital paint
Junkangel - 2006 - Jason Chan - Progetto: portfolio personale - Tecnica: digital paint using Adobe Photoshop

The Autumn War - 2006 - Stephan Martiniere - Progetto: copertina del terzo racconto di Daniel Abraham The Price Quartet, editore Tor Books - Tecnica: digital paint
The Art of Games. Nuove frontiere tra gioco e bellezza - Centro Saint-Bénin di Aosta

Tra gli artisti: Stephan Martiniere, noto per aver collaborato con la Cyan alla saga di Myst, Uru e Area 51; Kekai Kotaki, che ha contribuito con le sue splendide illustrazioni fantasy al MMORPG, Guild Wars. John Wallin Liberto, illustratore per Epic Games (Gear of War) cui ha donato il suo tocco per gli evocativi paesaggi. All'opera in Spec-Op e' Nicolas Oroc, i cui ritratti espressivi colpiscono molto. Jim Murray da World Of Warcraft, Paul Sullivan da Tomb Raider e Afro Samurai , Craig Mullins da Halo ed insieme a loro Daniel Dociu, Jason Chan, Andrzej Tutaj. Tra i selezionati anche l'italiano Talexi, Alessandro Taini, che ha contribuito al bel titolo esclusivo per Playstation 3 Heavenly Sword.

Tra i videogames: Lost, Star Wars, Halo, Splinter Cell, Quake, il decandente Devil May Cry, Iron Man, Rainbow Six, Prince of Persia, , Deus Ex, Afro Samurai, Gears of war, Tomb Raider ed uno dei giochi artisticamente piu' belli mai realizzati, Myst.

Una mostra per appassionati ma anche per neofiti alla scoperta di nuovi generi. Fino all'8 novembre.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO