Una mostra celebra il cinghiale

Cinghiale

A Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, fino al 18 ottobre è in corso una mostra davvero singolare. Il cinghiale nell'antichità. Archeologia e mito, nella chiesa di San Filippo a cura di Margherita Scarpellini.

In Toscana le popolazioni sono da sempre legate a questo animale, tanto da averlo spesso elevato a simbolo nei gonfaloni comunali. Un animale forte e selvaggio, che per i celti era sacro. Gli indiani lo consideravano come una diretta emanazione della forza creatrice che si impone sul caos primigenio, mentre per i greci era rappresentativo del coraggio virile. Gli etruschi lo credevano in contatto con gli inferi e lo cacciavano nottetempo o all’alba, per mezzo del suono dei flauti.

La mostra raccoglie reperti di origine etrusca e romana attraverso un allestimento diviso in cinque sezioni: Il Cinghiale nei riti e nelle offerte votive, il Cinghiale nell’iconografia, Il Cinghiale nel mito, Armi e cani e il Cinghiale nell’alimentazione. Lungi dal voler rappresentare un percorso storico, la mostra nasce con l'intento di portare al museo chi non è avvezzo a frequentare mostre, ma che rispetta e onora il mitico cignale.

  • shares
  • +1
  • Mail