Jeff Koons ha più di 120 assistenti


C'è chi assume e chi licenzia, nel mondo dell'arte, anche agli stessi, altissimi livelli. Per un Damien Hirst che fa fuori metà del suo parco collaboratori inglesi, c'è un Jeff Koons che ne ha al soldo 120.

Ecco come Jeff parla della mole della sua industria personale all'Art Newspaper:


"Prima facevo da me tutte le mie sculture, tutti i miei dipinti, ma se lo facessi ancora oggi la cosa limiterebbe di molto il numero di progetti in cui potrei essere coinvolto. Seguo i miei interessi in una maniera che mi sembra profonda [...]. Mi sento completamente libero di fare tutto quello che voglio. [...] Se non fosse così sarebbe una perdita di energie."

Koons sarà in mostra alla Serpentine Gallery di Londra fino al 13 settembre, con una colossale selezione della sua serie su Braccio di Ferro.

  • shares
  • +1
  • Mail