Pure Beauty: John Baldessari a Londra

Pure Beauty: John Baldessari

Il 13 ottobre aprirà alla Tate Modern "Pure beauty", una grande retrospettiva sull'artista americano John Baldessari, mentre come abbiamo visto a poche centinaia di metri un altro artista della West Coast sarà ospite della Hayward Gallery, Ed Ruscha.

130 opere in mostra per uno dei padri dell'arte concettuale statunitense, che alla Biennale di Venezia di quest'anno ha ricevuto il Leone d'Oro alla carriera, insieme a Yoko Ono. Classe 1931, Baldessari ha dedicato la sua vita di artista alla messa in discussione del "fare arte", ripensando categorie e stili, creando quadri, fotografie, disegni, testi, film, libri e performance, accostandoli e mescolandoli tra loro. Soprattutto pittura e fotografia si fondono nelle opere dell'artista, come vedete anche dalle immagini nella Gallery.

Baldessari nei suoi lavori è ironico, lo è nelle immagini e lo è anche nei testi che a volte costituiscono la parte centrale della sua opera: è del 1967 la sua celebre tela bianca con la dichiarazione "A TWO-DIMENSIONAL SURFACE WITHOUT ANY ARTICULATION IS A DEAD EXPERIENCE" a caratteri cubitali. Una delle mostre più attese della stagione a Londra, fino al 10 gennaio.

Pure Beauty: John Baldessari
Pure Beauty: John Baldessari
Pure Beauty: John Baldessari
Pure Beauty: John Baldessari
Pure Beauty: John Baldessari
Pure Beauty: John Baldessari

  • shares
  • +1
  • Mail