Frontier: la nuova installazione di Aitken all'isola tiberina

Enel Contemporanea 2009, Doug Aitken, Frontier, Roma, Isola Tiberina. Foto: Giulio Squillacciotti

Si chiama "Frontier" (la vedete nella gallery), ed è la nuova videoinstallazione dell'artsita californiano Doug Aitken, uno dei più noti sperimentatori della video art, che in occasione della terza edizione di Enel Contemporanea sarà visibile fino al 23 novembre a Roma, a ponte Fabricio, nello sceario dell'isola Tiberina.

Si tratta di una stanza di luce, a cielo aperto, ricoperta di schermi e dotata di piccole finestrelle dalle quali la luce si sprigiona nell'ambiente. All'interno, lo straordinario viaggio uno dei maestri della pop art, Ed Rusha, tra Roma, Los Angeles e Israele. E' innanzitutto un omaggio a lui, quindi, e al suo straordinario viaggio.

L'installazione ha sicuramente il merito di immergere lo spettatore in una stanza di sensazioni, che lo coinvolga a 360 gradi. Bella e originale l'idea di immergerla nello scenario dell'isola Tiberina. E ancor migliore l'idea di donare quest'opera al Macro, il Museo d'Arte Contemporanea di Roma. Entrerà a far parte della collezione permanente, per chi in questo periodo, a Roma, non ci può proprio essere.

Aitken

Enel Contemporanea 2009, Doug Aitken, Frontier, Roma, Isola Tiberina. Foto: Giulio Squillacciotti Enel Contemporanea 2009, Doug Aitken, Frontier, Roma, Isola Tiberina. Foto: Giulio Squillacciotti Enel Contemporanea 2009, Doug Aitken, Frontier, Roma, Isola Tiberina. Foto: Giulio Squillacciotti

  • shares
  • +1
  • Mail