Google digitalizza 14.000 immagini dal Museo Nazionale dell'Iraq


Google ha deciso di rendere disponibili, in 14.000 immagini, i tesori artistici del Museo Nazionale dell'Iraq. Statue assire, incisioni babilonesi, un pezzo della storia culturale dell'uomo è finalmente, lentamente tornato nel suo paese di origine.

Ci sono voluti sei anni perché quasi 12.000 reperti tornassero a casa propria, dopo furti e spoliazioni di ogni tipo. Eric Schmidt in persona, CEO di Google, era presente all'inaugurazione del Museo:


"La storia delle origini della civiltà letteraria fu fatta proprio qui ed è preservata in questo museo. Non riesco a immaginare un miglior modo di impiegare il nostro tempo e le nostre risorse se non quello di rendere disponibili a milioni di persone in tutto il mondo le immagini e le idee della vostra civiltà".

Colonialismo cultural-digitale?

  • shares
  • +1
  • Mail