Un libro a settimana: "Foto dal finestrino" di Ettore Sottsass

Ettore Sottsass, foto dal finestrino, libri sottsass, libri arte Ventisei fotografie affiancate da altrettante didascalie: luoghi, volti, paesaggi un po' da tutto il mondo. L'idea sembrerebbe addirittura banale, se la penna che commenta queste immagini non fosse quella di Ettore Sottsass.

"Foto dal finestrino" (Adelphi, pp. 75, euro 5.50) è una piccola perla di ironia, divertimento, riflessione amara, che uno dei più grandi architetti italiani presenta a un pubblico troppo abituato, ormai, a scempi urbanistici, a case, a "montagne di stanze tutte uguali", costruite senza minimamente pensare a chi, poi, ci andrà ad abitare.

C'è il senso della precarietà dell'arte, anche per un oggetto, quello architettonico, che più di ogni altro sembra destinato a rimanere nel tempo; come quando, davanti a un edificio costruito da Le Corbusier in India, lo scrittore prende atto che "non c'è idea, per generosa che sia, capace di resistere al tempo". Una lezione di semplicità, e di umiltà architettonica, di cui dovrebbero prendere atto molti architetti prima di impugnare il mouse.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO