Etruschi a Parigi, un inno alla vita al musée Maillol

I nostri etruschi incantano la capitale francese con una mostra che rintraccia otto secoli di storia.

Al musée Maillol, situato poco lontano dall'Istituto di Cultura Italiana di Parigi va in scena una delle civiltà più ammirate e misconosciute dell'antichità: gli Etruschi. A partire da un punto di vista architetturale l'esposizione visitabile fino al 9 febbraio 2014 si propone di portare a conoscenza del grande pubblico la vita quotidiana di un popolo incredibilmente moderno, che è stato finora legato soprattutto ai riti funerari, analizzati a partire dalle tombe scoperte nel XIX° secolo, una delle principali fonti di informazioni giunte agli studiosi contemporanei. Una mostra pensata proprio per superare una serie di luoghi comuni in favore di una più ampia ed approfondita conoscenza di un argomento tanto affascinante, così presentato dall'archeologo Vincent Jolivet

...non è esistita una (sola) civiltà etrusca, una (sola) arte etrusca. Si tratta davvero di un popolo della diversità, della mixità, che ha saputo integrare un gran varietà di influenze in modo non canonico, ma al contrario molto diverso, a seconda delle diverse città ed epoche.

Seguendo il filrouge architettonico si attraversano, dal IX° al I° a.C. gli otto secoli di storia che si sono sviluppati al centro della penisola italiana prima che questa fosse completamente dominata dai romani. Ben 250 oggetti originari dell'Etruria e portati al musée Maillol grazie ad accordi con istituzioni italiane, il British Museum e la bibliothèque nationale de France, permettono di esplorare vari aspetti spesso trascurati come gli armamenti, lo sport e l'artigianato, scoprendo echi mediterranei che richiamano l'Egitto, Cartagine e anche la Grecia

Applicazioni, audioguide e visite


Se le audioguide e le applicazioni ufficiali sono scaricabili al link, permettendo di portar per mano il visitatore alla scoperta di una trentina di opere commentate, è anche possibile approfittarne per partecipare a due visite-conferenze guidate da Paola Antolini, antropologa, storica dell'arte e giornalista, previste per il 29 novembre e il 6 dicembre 2013, entrambe alle alle 13.20.

Via | museemaillol.com

  • shares
  • +1
  • Mail