Musei e sperimentazione in realtà aumentata

La realtà aumentata sta esplodento. Sugli oggetti della nostra vita quotidiana trovisamo sempre più spesso codici, dei beri e propri link che ci rimandano al monfo virtuale.

I musei sono un ambito di sperimentazione decisamente interessante per questo tipo di tecnologie: le possibili applicazioni sono infinite. Grazie ai dispositivi cellulari (smartphone in particolare), possiamo fruire di contenuti aggiuntivi speciali, come vedete in questo breve video del Getty Museum. Ma non solo: oltre al modello di pubblicazione, ecco che scenari del tutto eccitanti anche a livello istallativo e strutturale nella concezione stessa dello spazio espositivo.

Il codice usato è in particolare un Fiducial Marker: una delle particolarità di questo codice consiste nella possibilità di visualizzare immagini 3D, che si aprono sulla carta proprio come un pop-up. Se fate attenzione, inoltre, rotando il foglio davanti alla webcam, anche l'iimagine ruota. Queste caratteristiche rendono questo i Fiducial Marker molto adattabili e usati per creare istallazioni interattive.

  • shares
  • +1
  • Mail