'Milano, ultimo atto d'amore'. Una storia tra poesia e pittura con Mimmo Rotella e Alda Merini


Un Natale diverso va in scena a Palazzo Reale, dove sabato 18 dicembre inaugura Milano. Ultimo atto d’amore. Un allestimento multimediale che racconta le vicende umane ed artistiche di Alda Merini e Mimmo Rotella nello scenario milanese.

Filo conduttore tra due personalità solo apparentemente distanti, la poesia. Nel 1949, a trent'anni, Rotella pubblica il Manifesto della poesia epistaltica: nuovi fonemi e suoni onomatopeici. Più tardi, pensando alla tecnica del de-collage, dichiarerà: "Io strappo i manifesti prima dal muro, poi dalla base del quadro: quanto gusto, quanta fantasia, quanti interessi si accumulano, si urtano e si avvicendano dal primo all’ultimo strappo.

Del maestro calabrese, in mostra a Milano ci saranno 20 grandi opere per lo più inedite su lamiera, realizzate tra gli anni ’80 e il 2000, e 10 ritratti dècollage di Marilyn Monroe. Inoltre, grazie all'allestimento di Renato Barilli, per la prima volta si potrà ascoltare la raccolta completa dei Poemi fonetici, realizzati appunto nel 1949.

Per visionare l'elenco completo delle opere e degli eventi collaterali alla mostra, vi invito a visitare il sito.

Milano, ultimo atto d\'amore. Una storia tra poesia e pittura con Mimmo Rotella e Alda Merini
Milano, ultimo atto d'amore. Una storia tra poesia e pittura con Mimmo Rotella e Alda Merini
Milano, ultimo atto d'amore. Una storia tra poesia e pittura con Mimmo Rotella e Alda Merini
Milano, ultimo atto d'amore. Una storia tra poesia e pittura con Mimmo Rotella e Alda Merini
Milano, ultimo atto d'amore. Una storia tra poesia e pittura con Mimmo Rotella e Alda Merini

  • shares
  • +1
  • Mail