Live Performers Meeting 2011: VJing e arte visuale fra Roma e Minsk

Al via a brevissimo l'appuntamento italiano dedicato al VJ e all'arte visuale. Parliamo di LPM - Live Preformers Meeting che quest'aanno arriva alla sua ottava edizione con molte novità, prima fra tutte una collaborazione europea che lo porterà a Minsk.

Ma partiamo dalle date e dalla location. L'appuntamento italiano è previsto fra il 19 e il 22 maggio prossimo a Roma. Abbandonata la sede del Brancaleone, che lo ha opitato per due anni consecutivi, LPM si sposta al Cinema Aquila nel cuore del quartiere Pigneto: la sede è stata recentemente ristruturata e si disloca su tre piani che offrono tre sale cinema, foyer e spazi per conferenze e presentazioni.

Se la formula dei 4 giorni è confermata e il live video rimane il protagonista indiscusso del meeting, la programmazione ci riserva molte sorprese. Non più una tematica unica concentrata in un giorno, ma sei atree tematiche che attraverseranno la quattro giorni attraverso workshop, incontri, prsentazioni, dibattiti e performance: RE-ENCODE esplora le intersezioni fra Vjing e arte generativa; VIDENTITY si confronta con le tematiche gender GLBT dove il video diventa strumento di emancipazione del genere, interrogandosi sul ruolo della porngrafia indipendente e libertaria; CINEMATIC DERIVES, dove la performance visuale dal vivo scopre i nuovi linguagi espressivi dell acrossmedialità "messa in scena" su un palco; SENSIBLE DATA, una riflessione sul dominio dell'informazione per approfondire l'intersezione fra libero accesso ai dati, informazioni e conoscenze e visual art; 3D-STEREOSCOPIC, dedicata all'esplorazione di tecniche e performance legate al video stereoscopico in tempo reale; URBAN ART MEDIA DRIFTS, per scoprire un teritorio ibrido dove il graffitismo ncontra il live video; VIDEO MAPPING, dedicato alle tecniche di mapping dove il video incontra archittetture e spazi publici e si sovrappone alla realtà fisica. Infine VJ TORNA, concorso di Vjing nato in Ungheria nel 2004 che quest'anno converge dentro LPM in un evento unico: due giorni di duelli con la premiazione finale e la consegna dell'Award da parte della giuria, composta da Gianluca Del Gobbo (FLxER), László L. Laki (Cinetrip, VJ Torna), Andrea Sztojánovits (Skylab). Per chi è interesato al programma, sul sito trovate tutte le informazioni di dettaglio.

Aspettatevi un mio reportage da LPM Roma. La tappa di Minsk è invece prevista per settembre, spero veramente di riuscirci a passare

  • shares
  • Mail