Le scarpe di Insa fatte con le feci di elefante


Sotto il nome Insa si incontrano arte, design, consumismo, graffiti e una sorta di feticismo; partito dall'arte di strada, questo artista inglese pare avere una vera passione per gli stiletto, o decolletès dal tacco vertiginoso, come preferite chiamarle, tanto più che alla fine ha pure creato una propria linea di scarpe, che si chiama guarda un po' Insa Heels. Ma oltre ai murales, graffiti sui furgoni, ai tattoo e agli stickers, ha al suo attivo anche collaborazioni con Sony e Nike ed è stato uno degli artisti che ha avuto il piacere di decorare l'Ice Hotel.

L'anno scorso la Tate Britain ha chiesto a Insa di realizzare un'opera da includere nella retrospettiva del 2010 dedicata all'artista Chris Ofili; il risultato sono queste scarpe col tacco alte circa 25 cm; colori dell'arcobaleno e perline decorative fanno da contorno a due consistenti zolle di feci di elefante che fungono da platforms. Il titolo di quest'opera è "Anything comes when it comes to (s)hoes…”

Per essere più precisi, Insa ha rintracciato il suddetto materiale biologico ritrovando i discendenti degli elefanti che diedero materia prima a Ofili per le sue opere negli anni '90; poi ispirandosi alle sue decorazioni e ai suoi cromatismi, gli hanno reso omaggio con questo paio di high heels, ma qualcuno poi avrà il coraggio di indossarli?

  • shares
  • Mail