Gli eco graffiti di Hanksy sulle spiagge di Brighton


C'è qualcuno che da tempo usa i graffiti per mandare messaggi ecologici; si tratta di Hanksy. Una street artist, tra le altre cose, che negli ultimi anni ci ha lasciato esempi di creatività on the street con i suoi messaggi sulle spiagge sporche e tenute male e dipingendo moduli di mattoncini stradali con succo di barbabietola.

Ma ci sono pure la scritta fuori dal pub realizzata con muschio e i lettering nella neve prodotti con acqua calda salata. Un articolo del Times elogia le sue opere, che di solito non durano che pochi giorni, dato il materiale con cui vengono realizzate e definisce questa cosiddetta eco art come sottocategoria di land-art: un movimento che prima del medium con cui è realizzato, colpisce (o dovrebbe colpire) per il messaggio che manda.

Hanksy è lo pseudonimo di Chloe Hanks, e tutti i materiali che usa per le sue creazioni sono biodegradabili al 100%; scritte nello sporco cittadino, messaggi provocatori di pura transizione, tutto ha una durata effimera. E l'unica testimonianza che rimane alla fine è la foto.

  • shares
  • Mail