Mostre a Londra 2014: il programma di Tate Modern, Victoria and Albert Museum e National Gallery

Scoprite con noi le principali esposizioni in programma nelle prossime settimane

L'offerta di mostre in una città come Londra ovviamente è sconfinata, tra piccole gallerie e grandi musei. Ma noi vogliamo segnalarvi i grandi appuntamenti artistici da non perdere, nel caso passaste nelle prossime settimane dalla capitale inglese.

Diamo quindi uno sguardo alle principali mostre in programma: alla Tate Modern sarà protagonista Kazimir Malevich (Malevich - fino al 26 ottobre 2014). Si tratta della prima retrospettiva in 30 anni dedicata a questo artista, influente e allo stesso tempo radicale, che riunisce opere provenienti da collezioni in Russia, Stati Uniti ed Europa, per raccontare i suoi ideali rivoluzionari e il potere dell'arte.

Malevich (1879-1935) infatti ha vissuto e lavorato attraverso la Prima guerra mondiale e la Rivoluzione d'Ottobre, e i suoi primi esperimenti come pittore lo hanno portato verso l'invenzione del Suprematismo, un linguaggio visivo fatto di forme geometriche astratte e colori forti, sintetizzato nell'opera "Quadrato nero". Questo dipinto è stato nascosto per quasi mezzo secolo dopo la morte del pittore e il percorso espositivo offre un viaggio dai primi paesaggi alla pittura astratta, senza dimenticare il suo successivo ritorno alla pittura figurativa.

Al Victoria and Albert Museum spazio invece a John Constable (Constable: The Making of a Master - dal 20 settembre all'11 gennaio 2015): questa grande mostra vuole rivalutare le influenze, le tecniche e l'eredità di questo artista, per offrire una sua nuova interpretazione. Si potrà quindi scoprire come i più celebri capolavori di Constable siano uniti ai suoi schizzi ad olio (rappresentazioni ed evocazioni di terra, mare e cielo molto espressive) che gli hanno permesso di trasferire la freschezza della vita all'aria aperta ai suoi quadri.

Constable sarà presentato per la prima volta accanto ai vecchi maestri del paesaggio classico: il pittore combinò nella sua produzione le loro idee compositive e la sua personalissima visione naturalistica che era tutta sua, trasformando il genere della pittura di paesaggio.

Infine altra esposizione da non perdere è quella allestita alla National Gallery dedicata alle ultime opere di Rembrandt (Rembrandt: The Final Years - dal 15 ottobre 2014 al 18 gennaio 2015), realizzate tra il 1650 fino alla sua morte avvenuta nel 1669.

malevichbanner

  • shares
  • +1
  • Mail