Milano, nasce memoMI: al via il museo virtuale della memoria della città

Si tratta di un progetto che nasce da un lavoro di ricerca condotto in collaborazione con archivi pubblici e privati

Per preservare la memoria storica di Milano è stato presentato oggi il progetto memoMI, il museo virtuale della memoria della città: nato da un lavoro di ricerca condotto in collaborazione con archivi pubblici e privati per raccogliere materiale video sulla storia del capoluogo lombardo, sarà ad accesso libero su una web tv sul sito ufficiale.

In un prossimo futuro i video si potranno trovare all'interno di postazioni internet, installate nei punti 'culturali' della città come biblioteche, musei, ma anche info point.

Filippo Del Corno, assessore alla Cultura, ha spiegato:

"memoMI è un progetto che ho condiviso fin dalle primissime fasi di realizzazione, sostenendolo convintamente e cercando di coinvolgere nel lavoro di raccolta ed elaborazione del materiale d'archivio quanta più Milano possibile, dai consigli di zona alle associazioni, perché sono certo dell'importanza della memoria per la costruzione di una cittadinanza consapevolmente partecipe del proprio tempo. Navigare sul portale di memoMI è un modo affascinante per riscoprire la storia della nostra città e del nostro Paese, perché utilizza lo strumento più contemporaneo che c'è, il video appunto, attingendo al patrimonio di ricordi, memorie e documenti che Milano stessa ha preservato dall'oblio, recuperandolo a nuova vita e a nuova funzione"

Si potrà quindi visitare la città accompagnati da Pier Paolo Pasolini, Alberto Savinio, Anna Maria Ortese o Giovanni Verga, e rileggere le vicende di chi ha scritto la grande storia di Milano, come la matematica Maria Gaetana Agnesi, gli artisti Giuseppe Arcimboldo, Francesco Hayez, Giuseppe Pellizza da Volpedo, la protagonista del Risorgimento italiano Cristina Trivulzio e la fondatrice del Partito Socialista Italiano Anna Kuliscioff.

Non mancheranno approfondimenti sui personaggi del Novecento, e memoMI ricostruirà anche l'avventura della grande industria (Alfa Romeo, Breda, Innocenti, Pirelli), gli episodi di cronaca che hanno segnato la storia, i fenomeni sociali come l'affermazione del ruolo delle donne e l'evoluzione della metropoli stessa.

Legati a memoMI ci saranno anche alcuni eventi per la riscoperta del patrimonio storico-culturale milanese: il primo appuntamento è in programma giovedì 25 settembre, alle ore 20.30, al Piccolo Teatro Grassi - Chiostro Nina Vinchi (via Rovello 2), con la serata dedicata a Dino Risi milanese. Saranno proiettati i cortometraggi che il regista girò prima di trasferirsi a Roma e interverranno Maurizio Porro, Marco e Claudio Risi, Didi Gnocchi e Fabrizio Corallo.

Sciopero al Portello Alfa Romeo - 1966 - Archivio del Lavoro

  • shares
  • Mail