Yarn-bombing: la nuova street art all'uncinetto

WILDLIFE from Hot Tea on Vimeo.

Yarn-bombing è il nome di una nuova forma d'arte che nasce dalla strada, nello specifico dalle strade di Minneapolis. Ed è anche quel che accade quando uno street artist decide di mettere in pratica i consigli della nonna e fa nascere HOTTEA, un progetto ideato da due ex writers che dovrebbe trasformarsi in una vera e propria guerrilla urbana, secondo i loro intenti. E dalla nuova arte di strada nasce anche, ovviamente, lo Yarn-Bombing Movement (detto anche Fabric Graffiti Movement), un movimento collaterale ed internazionale.

L'idea arriva da un un colpo di pistola elettrica ed un arresto: uno dei due protagonisti, infatti, viene colto in flagrante nel bel mezzo di un'incursione notturna a base di bombolette spray. Durante il soggiorno coatto nasce l'idea di dare un'alternativa "legale" alla propria creatività. Complice la nonna che da bambino gli ha insegnato l'arte dell'uncinetto. Dice l'artista:

Il progetto HOTTEA interpreta e raffigura le somiglianze e le differenze di tutti noi. Ho voluto basare il progetto sulla concezione di crescita ed evoluzione. Siamo sempre in crescita come persone e le dinamiche tra persone danno infinite possibilità.

Ed ecco le città ricoperte da pezzi - in alcuni casi veri e propri capi d'abbigliamento - di cotone colorati, fili che uniscono artisticamente oggetti urbani o che ricoprono alberi interi, punti croce e ricami come non si vedevano da tempo. Semafori ed autobus, statue e segnaletica stradale: tutto viene ricoperto da gomitoli e dal colore.

Secondo il New York Times, l'arte della guerrilla o craftivism, come il progetto HOTTEA e lo Yarn-Bombing Movement, potrebbe diventare un movimento sociale potente come l'agricoltura urbana. E il Guardian si riferisce ai graffiti-maglia come ad un'epidemia: la collaborazione tra gli artisti è oramai internazionale e trasversale. Nonostante la popolarità del movimento, la street art (in ogni sua forma espressiva, dallo yarn-bombing ai graffiti) è illegale in quasi tutto il mondo. Gli artisti, a seconda dello stato, possono rischiare pesanti multe, se non addirittura il carcere e le installazioni, ove possibile, vengono rimosse. Del resto, nonostante non danneggino opere pubbliche o beni personali, sono sempre considerate atti di vandalismo. L'uncinetto perseguibile penalmente, chi l'avrebbe mai detto.

Non ci resta quindi che aspettare i primi cenni di Yarn-bombing in Italia. E fare tesoro degli insegnamenti di nonna, che non si sa mai.

[Foto | Via I love street art]

Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)

Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)
Yarn-bombing /Fabric Graffiti Movement)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 98 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO