Il Met Museum partecipa a Google Goggles

Scritto da: -

Ecco il video di presentazione della nuova “amicizia” suggellata dal Met Museum di New York con Google; il progetto, che si chiama Google Goggles, nasce dall’idea di rendere l’arte accessibile al maggior numero di persone.

Funziona così: tu vedi un quadro o un’immagine di esso da qualche parte, gli fai una foto con il tuo smartphone (al momento è disponibile per Android 2.1 e oltre, iPhone 3GS e iPhone 4) e grazie all’applicazione ti verrà mostrato in quale museo si trova quell’opera d’arte, oltre a dettagli e informazioni supplementari. Ma ricordatevi, se siete in un museo, di non fare mai le foto con il flash e di usare sempre il telefono con discrezione, ovvero: niente suonerie, o volume al minimo!

E’ un ulteriore -e corposo- tassello nel già mastodontico Google Art Project, ci avete dato un’occhiata? Ci sono oltre 15 complessi museali di prim’ordine, da Versailles al MoMa di New York, alla Tate Britain di Londra, all’Hermitage di San Pietroburgo. Da perderci la testa, altamente sconsigliato negli orari di lavoro, vagare senza il senso del tempo anche solo virtualmente in questi luoghi mitologici è una tentazione troppo forte.

Vota l'articolo:
3.59 su 5.00 basato su 22 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Artsblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.