CINÉsense (Interactive Institute). Nuove espressioni cinematiche

CINÉsense fa parte del programma Art & Technology dell’Interactive Insitute ed è guidato da Geska Helena Andersson e Robert Breceviç.
La ricerca consiste nel produrre filmati “flessibili”, ovvero film il cui sviluppo possa essere modificato dall’interazione con lo spettatore.

Tra i progetti sviluppati il breve filmato Don’t Pee On My Sneakers (il titolo un programma!) che simula un video gioco girato in un bagno maschile e Women That Turn. Una donna nel video è voltata di spalle allo spettatore, quando questo la osserva lei si volta (si gioca sullo studio degli sguardi e dei movimenti impercettibili).

Questa interazione è resa possibile da VOS (Video-On-Surface Player), uno strumento sviluppato da Breceviç un ibrido tecnologico a metà tra la videoart e la produzione di giochi, che permette la trasmissione di immagini in simultanea combinati con linguaggio di programmazione (e la mappatura del movimento umano).

Non è ancora una realtà di uso comune, ma la sua forma di partecipazione si presenta come alternativa valida se paragonata alla passività proposta dal cinema e dalla televisione attuale.

  • shares
  • Mail