1985: Andy Warhol dipinge Debbie Harry con un computer

Della serie "come eravamo", è il 1985 e siamo alla conferenza per il lancio del computer Commodore Amiga; per l'occasione Andy Warhol si presta a realizzare uno schizzo digitale di Debbie Harry, sgranate gli occhi perchè con ogni probabilità siamo alla preistoria di Photoshop & company.

Come accade per le video conferenze post duemila, è già presente un maxi schermo proiettato, in cui il pubblico può vedere il procedimento creativo che avviene, come spiega Andy, in maniera alquanto spontanea; anche se in realtà l'artista liquida tutto in tono monocorde con uno sbrigativo: "...it's such a pretty thing."

Scoop finale (quando lo smanettamento del mouse è completo e la toolbar ha rivelato ormai tutti i suoi special effects sul meraviglioso volto della cantante): visto il risultato affascinante dato dal collage tra foto e accostamento di colori, domandano a Warhol su quali altri computer si è impratichito e lui ammette candidamente che questo era il primo. A certi livelli è ancora meglio improvvisare.

  • shares
  • +1
  • Mail