Da Sotheby's la ceramica più cara del mondo

La casa d'aste londinese Sotheby's continua a viaggiare sulla cresta dell'onda, certificando che il mondo dell'arte non conosce crisi. Una ciotolina in ceramica cinese risalente all'epoca Song (960-1276), grande appena il palmo di una mano, è stata battuta all'asta per 26,7 milioni (più del doppio della stima inziale), registrando un nuovo record per quella che viene considerata la ceramica più pregiata mai prodotta in Cina. L'oggetto è stato prodotto dal forno Ru, nei pressi dell’antica capitale dei Song del Nord, Kaifeng (provincia dello Henan). L'anonimo collezionista che ne è entrato in possesso ha gestito il suo acquisto per via telefonica, battendo altri otto contendenti.

I maestri fornai Ru sono considerati in Cina artisti leggendari, detentori di tecniche uniche nel mondo della ceramica. Della loro produzioni sopravvivono oggi meno di ottanta pezzi, divisi per lo più tra il Museo della Città Proibita, a Pechino, e a quello Nazionale di Tapei (soltanto quattro di essi appartengono a privati). La caratteristica che rende così speciale questa ciotola per lavare i pennelli è nella sua smaltatura azzurro-malva, una superficie che muta colore a seconda dell'illuminazione, ottenuta attraverso procedimenti tuttora sconosciuti.

  • shares
  • +1
  • Mail