Una vendita da record per Yves Klein

Monogold
Uno degli esemplari della serie Monogold, realizzata in molteplici esemplari da "quel geniaccio" di Yves Klein, conosciuto per le sue tele blu e scomparso precocemente a soli 34 anni, ci era "passato sotto il naso" solo qualche tempo fa, in occasione di Gold, la grande mostra in onore dell'oro ospitata presso il Belvedere di Vienna. Ed ecco che uno dei suoi "fratelli" arriva a far parlare di sé per ragioni "molto più economiche". Si tratta di Monogold senza titolo, identificabile con la sigla MG 26, proveniente dalla collezione di Philippe Dotremont, stimato tra gli 800.000 e i 1.000.000 Euro, ma venduto per la "modica somma" di 2.164.000 Euro (spese comprese, naturalmente). Una cifra da record che "annichilisce" le precedenti transazioni d'oltralpe che hanno per protagonista un'opera di Yves Klein, e stabilisce un primato, registrato il 4 aprile presso la celebre casa d'aste parigina Drouot.

C'è da dire che l'opera, come tutte quelle comprese nella "parentesi monogold", (una quarantina circa) alla quale Klein lavorò tra il 1959 e il 1961, è interamente ricoperta di sottili foglie d'oro, unite e pressate per ottenere eccezionali effetti di luce, in un gioco di rifrazioni che rende le tavole veri e propri concentrati di "raggi solari", di una purezza sconvolgente...

Via | connaissancedesarts.com

Monogold
Monogold
Monogold
Monogold
Monogold
Monogold
Monogold
Monogold

  • shares
  • +1
  • Mail