Far morire un cane per arte

Il cane in \"mostra\"

Cito gli amici di Ecoblog per una notizia, a mio avviso disgustosa, che ci pone l'annoso problema dei limiti dell'arte. Guillermo Vargas un artista del Costarica, in una mostra svoltasi di recente a Managua (Nicaragua), ha esposto un cane randagio vivo, legato con una catena e lo ha lasciato morire di fame e di sete. L'opera era proprio questa: l'agonia della povera bestia.

Al di sopra una scritta in spagnolo fatta di crocchette che recitava: "Sei quello che leggi".Durante la mostra chi ha tentato di avvicinarsi all'animale è stato allontanato in malo modo dal sedicente artista e dal personale. Sul sito di Oipa Italia ci sono altre immagini, altri dettagli e la possibilità di firmare una petizione contro questi abusi sugli animali. Un'opera del genere ripropone in modo evidente il problema del limite dell'arte: voi cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail