"Panorama" di Richter al Centre Pompidou di Parigi



Centocinquanta opere per scoprire e riscoprire la complessa personalità di Gerhard Richter. L'artista tedesco che, a dispetto delle sue ottanta primavere, non smette di stupire e farsi apprezzare dagli specialisti del mondo dell'arte, e dal gran pubblico, è infatti partito alla conquista di due luoghi simbolo della capitale francese. Se il Museo del Louvre, si è concentrato sui suoi lavori cartacei, il Centre Pompidou di Parigi ha deciso invece di dedicarsi alle pitture-fotografiche dall'eccezionale realismo.

Immagini che è davvero difficile quqlificare come dipinti, come il ritratto della figlia Betty, ma anche quadri dalle forme geometriche ben più astratte, per un intenso "Panorama" artistico che copre l'ampio arco di tempo che parte negli anni '60, per arrivare fino ai giorni nostri. Non si tratta insomma di una semplice retrospettiva, ma di un vero e proprio evento di dimensione internazionale. Nata e organizzata in collaborazione con la Tate Modern, l'iniziativa è già passata per la tappa inglese e per quella tedesca, ospitata presso la Neue Nationalgalerie, per raggiungere infine il quartiere latino.

Via | centrepompidou.fr