Floria Sigismondi, tra fotografia e videoclip

Floria Sigismondi_Selportrait with catHa lavorato con The Cure, Bjork, Sigur Ròs, David Bowie, Interpol, Muse, Marylin Manson e vari altri nomi (alcuni discutibili, ma il lavoro è lavoro e, nel suo caso, finisce per essere sempre un capolavoro). Sto parlando di Floria Sigismondi, 42enne, tra i più accreditati registi di videoclip nonchè fotografa. Il suo stile è inconfondibile: atmosfere dark, ritmo spezzato, onnipresenza di insetti e di soggetti fuori fuoco, personaggi strampalati e freaks (gli stessi che Diane Arbus amava fotografare).

Da Pescara, in Abruzzo, Floria Sigismondi e la sua famiglia sono partiti 40 anni fa alla volta del Canada, dove il giovane talento, all'inizio amante del disegno, si è formato all'Ontario College of Art & Design, per poi passare alla fotografia. Infine è venuto il turno della regia, con la realizzazione di video per diverse band canadesi.


Il resto è storia recente, poichè il suo nome è tra i più richiesti tra le band di tutto il mondo. Non solo videoclip (per i quali è stata paragonata a Lynch, Burton e Aronofsky), ma anche fotografie (alcune delle quali raccolte nel volume "Immune") e sculture sono le creazioni della Sigismondi, che ha avuto l'opportunità di esporre con personaggi della fotografia contemporanea come Cindy Sherman, Vanessa Beecroft e Joel-Peter Witkin. Per vedere stralci dei videoclip firmati da lei, oltre che per ascoltare una sua intervista vi rimando a Cool Hunting.

  • shares
  • Mail