Erwin Wurm, sculture di un minuto e case ciccione


Erwin Wurm è quello della casa cicciona (e in alcuni casi anche parlante, come nella mostra al MACRO di Roma dell'anno scorso) che vedete qui sopra. L'artista austriaco, però, non è famoso solo per aver fatto ingrassare abitazioni e automobili ma anche e soprattutto per le sue "one minute sculptures" (di cui potete vedere numerosi esempi nella gallery), spettatori o volontari arruolati con annunci sul giornale cui viene chiesto di diventare statue per un minuto, relazionandosi in maniera bizzarra e improbabile con oggetti quotidiani (penne, mollette per i panni, lattine e quant'altro) forniti dall'artista stesso.

Ciò che rimane di queste temporanee sculture viventi (che potrebbero ricordare le performances di Gilbert & George) sono le fotografie e i video che Wurm realizza nel mentre. Come dire, l'attenzione non è più catalizzata su un oggetto realizzato dall'artista ma sullo spettatore che diventa opera egli stesso. Per di più che tra i criteri applicati non ci sono più solo quelli canonici della scultura (gravità, stabilità, staticità) ma anche il tempo.

Una curiosità: il video Can't stop dei Red hot chilli peppers è dichiaratemente ispirato proprio alle "one minute sculptures" di Wurm. Io personalmente lo trovo geniale. E voi, vorreste diventare sculture per un minuto?

Le opere di Erwin Wurm














  • shares
  • Mail