Il restauro che fa risorgere il Lazzaro di Caravaggio

caravaggio resurrezione

Il Lazzaro di Caravaggio è finalmente tornato a splendere. Una seconda resurrezione compiuta grazie al restauro dell'Istituto Superioredi Roma, grazie al lavoro miticoloso dei prof.Anna Maria Marcone, Carla Zaccheo e Emanuela Ozino Caligari e l'aiuto di cinque allievi dell'istituto. Da oggi fino al 15 Luglio sarà in mostra nella Capitale a Palazzo Braschi. Successivamente farà ritorno al Museo Regionale di Messina, città che ha visto nascere l'opera, che l'ha conservata dal 1609, fino ai nostri giorni e dove Caravaggio ha vissuto gli ultimi periodi della sua vita, prima di fuggire a Napoli e di morire nel 1610.

Il restauro ha riportato tanti particolari interessanti invisibili ad occhio nudo, come i materiali dello stato preparatorio e il supporto su cui sono stati dipinti i personaggi. La tela è di dimensioni imponenti 3,80 m di altezza, per 2,75 m di larghezza. Si è scoperto che la calce presenta resti fossili di conchiglia propri del territorio messinese,che l'opera è composta da cinque teli orizzontali e uno verticale e che la parte bassa è sicuramente successiva. Insomma particolari che conferiscono ancora piu' fascino alla Resurrezione.Il ricco mercante genovese che l'ha commissionata per una sua cappella di famiglia, che non a caso si chiamava Giovanni Battista de’ Lazzari, tornerebbe a rivendicarne la paternità.

E pensare che quest'opera ne ha passate di vicissitudini. Tra cui il terremoto del 1908 quando si trovava, fortunatamente, nei depositi della Camera di Commercio dopo essere stata spostata dalla Chiesa dei Crociferi nel 1879.

Il contrasto drammatico dei colori venuti alla luce, dopo che con un precedente restauro erano andati perduti e la carica emotiva che sprigiona il corpo riverso e illuminato di Lazzaro, la folla fitta intorno al corpo del morto e il buio nella parte superiore della tela da cui si riesce a scorgere appena il volto del Cristo salvifico, ci fanno dimenticare le critiche di chi ha relegato questa tela a una fase trascurabile della carriera di Caravaggio.Tutti gli elementi della fase piu' amata sono presenti, sono solo realizzati con una grande fretta. La storia della tela è la storia del "furioso"Caravaggio.

caravaggio resurrezione

Foto| Dal sito dell'Istituto Superiore del Restauro di Roma

  • shares
  • Mail