Galleria Arteutopia. Una Milano apocalittica dipinta da Tom Porta

Rozzano - Tom Porta - Galleria Arteutopia

Dalle visioni apocalittiche di Matthew Phipps Shiel, Luigi Pedrazzi ha progettato e Chiara Canali curato la mostra "La nube purpurea", presso la Galleria Arteutopia, che vi presentiamo grazie alla segnalazione di Paro, un nostro lettore.

Si tratta di 7 dipinti realizzati da Tom Porta, sulla base degli scenari fine-di-mondo, immaginati e descritti da Shiel nel 1901.

La nube purpurea - Tom Porta - Galleria Arteutopia
Rozzano - Tom Porta - Galleria Arteutopia
Velasca - Tom Porta - Galleria Arteutopia
Madonnina - Tom Porta - Galleria Arteutopia

Centrale - Tom Porta - Galleria Arteutopia
Tram - Tom Porta - Galleria Arteutopia
San Siro - Tom Porta - Galleria Arteutopia
Corso Vittorio Emanuele - Tom Porta - Galleria Arteutopia

Tom Porta ha reinterpretato questi immaginari (di una città indefinita) adattandoli alle proprie visioni, dipingendo una Milano contemporanea che potrebbe essere quella di un irreale 1901 o di un possibile 3001. Artista emergente della scena figurativa italiana, Porta ha partecipato alla mostra "La nuova figurazione italiana" e al "Treno dell'Arte 2007", sezione nuove generazioni.

L'arte si confronta con un tema che evidentemente appartiene alla nostra storia, che sia lontana o che sia vicina, di pensare alle nostre città come a dei mondi da incubo.

La nube purpurea, Tom Porta, Galleria Arteutopia, Milano, dal 7 novembre al 1 dicembre.

  • shares
  • Mail