Saturno Buttò a Mondo Bizzarro: l'arte preferisce il rosso

saturno buttò

Saturno Buttò, definito il Caravaggio dell'epoca contemporanea, dal 23 Giugno al 4 settembre esporrà alla Mondo Bizzarro Gallery di Roma. La galleria che con questa mostra ha inaugurato le nuove sale in via Sicilia, presenta al pubblico la mostra dal titolo Blood is my favorite colour con annesso il nuovo catalogo sull'artista veneto. Sono circa 26 opere che l'artista presenta per la seconda volta, nella famosa galleria romana con dipinti a olio, caratterizzate da una tavolozza cupa rischiarate da una luce calda e disegni su carta, in cui predomina la bicromia bianco-rosa, che accresce decisamente il mistero.

La serie prende il nome dal dipinto del 2012 con lo stesso titolo, che rappresenta una sintesi perfetta delle tematiche e dello stile figurativo che Saturno porta avanti da anni. La scena, simile a una quinta teatrale che si apre davanti ai nostri occhi, potrebbe rievocare antichi riti propiziatori della fase più arcaica della società, non intenzionata a nascondere i suoi lati più oscuri: le due donne protagoniste in odore di santità e peccato inscenano, attorcigliandosi dinamicamente tra loro, un atto di vampirismo. Sembra proprio che il sangue non sia solo il colore preferito, ma è l'unica linfa per sopravvivere.

Sangue come spirito, come testimone di vita, di passioni che si nascondono dietro la carne, sangue come corpo che si offre e ruba da un altro corpo la materia per trovare la propria anima. Quasi sempre, come in questa serie, Saturno Buttò rende protagoniste di questa metafora esistenziale i corpi emaciati di giovani donne, dallo sguardo a metà strada tra il sognante e il gothic,indecise se essere sante oppure peccatrici, angeli o demoni.

Saturno Buttò continua imperterrito la propria ricerca, privilegiando il corpo, attraverso una tecnica formidabile che prende spunto da quella tradizionale del passato; corpo inteso come luogo dove si manifestano le ragioni della mente e dello spirito. Gli elementi presi da un repertorio religioso subiscono un ribaltamento di significato quando a questi si unisce la sensualità dei suoi soggetti. Ogni cosa è vista sotto il filtro della passione. L'arte del resto che non è semplice decorazione, ha il colore metaforico del sangue.

saturno buttò saturno buttò saturno buttò

Foto| Dal sito della Galleria Mondo Bizzarro di Roma

  • shares
  • Mail