"Histoires de voir: show and tell" arte e artigianato si incontrano a Parigi

Un'esposizione che durerà fino al prossimo 21 ottobre 2012, quella della Fondazione Cartier di Parigi, dal titolo "Histoires de voir: Show and Tell" dove vengono presentate le opere di oltre 40 pittori, scultori e registi provenienti da tutto il mondo. Sono artisti che abitano gli angoli periferici dell'arte contemporanea, non famosi, non celebri, non studiati; vengono da tutte le parti del pianeta, dalle campagne rurali del Brasile come dall'hinterland parigina. Cos'hanno in comune?

Questa collettiva particolare vuole esplorare il significato dei termini "ingenuo", "primitivo" e "autodidatta" nell'arte, vagliare il percorso non accademico e usuale di questi artisti, che per incontrarsi e per incontrare la loro visione artistica, battono vie non convenzionali, in bilico tra arte ed artigianato, snobbati solitamente dalla critica che grida la pesante parola "non arte" o "arte marginale". Ma quali sono le relazioni tra l'arte contemporanea e l'arte popolare? Tra l'artista e l'artigiano? Chi sancisce cosa è arte e cosa non lo è? Un topic dei più intriganti e complessi, forse a volte ci sfugge qualcosa, un dettaglio, un particolare. Questa mostra ci fa di sicuro compiere uno sforzo, quello di liberare la vista, per vedere, anzi guardare da un'altra angolazione, per dare voce a questa comunità di artisti e alla loro prospettiva sul mondo.

Da cui oltre 400 opere, video e testi esposti, ci rivelano le numerose corrispondenze esistenti tra i lavori di regioni geograficamente e antropologicamente distanti, punti d'incontro tra sistemi di credenze e culture sparsi sul globo, dove troviamo una nuova ed affascinante connessione. Infatti, nonostante la grande diversità di stili, questi artisti condividono caratteristiche comuni, tra le quali l'esuberanza nell'uso del colore, la distorsione di scala e di prospettiva, la stilizzazione delle forme. Altrettanto dominante è la frequente rappresentazione di animali e della natura e l'importanza del regno dei sogni e dell'immaginario comune come fonte di ispirazione artistica. "Histoires de voir" è una mostra pensata e curata dall'architetto e designer italiano Alessandro Mendini.

  • shares
  • Mail