3D street painting, Chris Carlson omaggia SuperMario Bros e il NES


C'erano una volta i madonnari, che disegnavano per strada durante le fiere ed i grandi mercati per racimalare qualche spicciolo. Nonostante si trattasse di arte spontanea, di un impeto creativo dal basso, 'iconografia dominante, forse l'unica, era quella religiosa.
Oggi qualcuno ci riprova, più per gioco che per reale sostentamento. Cambia il nome, da madonnari si passa a chalk artist, ma i protagonisti sono sempre loro, i gessetti colorati e gli scherzi prospettici. Cambiano i soggetti rappresentati, non più Vergini Marie, angiolotti e putti, ma SuperMario Bros, il protagonista di uno dei più famosi videogiochi del secolo scorso.
Nel video in timelapse che trovate qui sopra si possono seguire tutte le fasi del lavoro di Chris Carlson, artista di Denver (Colorado). All'inizio traccia le linee organizzando lo spazio per mezzo di un grosso righello ortogonale. Poi, per mantenersi fedele all'estetica dei pixel che dominava i primi titoli da sala giochi negli anni '80, crea una griglia e comincia a disegnare con i colori. Parallelepipedo dopo parallelepipedo, il baffuto idraulico di origini italiene prende forma ed emerge, grazie al sapiente uso delle sfumature e delle ombre. Quello che a prima vista sembrava il suo piedistallo, è in realtà il joypad del Nintendo Entertainment System (NES), la consolle a 8-bit che, chi ha più di 35 anni si dovrebbe ricordare.
Per realizzare l'intero lavoro sono state necessarie 11 ore in cui Carlson è stato affiancato dal paziente fotografo Mike Larremore.

Chris Carlson - 3D chalk art

  • shares
  • Mail